Come schiarire i capelli in maniera naturale

Quello che oggi vi propongo sono una serie di flop fatti nell’arco degli ultimi 10 anni e di un alleato top che invece mi porto dietro gelosamente.

Ma partiamo dai flop. 
Chi di voi non ha mai pensato, soprattutto con l’arrivo della bella stagione, di voler schiarire i propri capelli? Personalmente ho passato il periodo colpi di sole, shatush (o come si scrive), biondo nordico, biondo americano yeah ma non sempre mi sono messa nelle mani di un professionista. Anzi, solitamente provavo a casa una qualche tecnica nuova, facevo un disastro e con una grande dose di rassegnazione e lacrime mi sono sempre fatta risolvere i problemi dalla mia parrucchiera di fiducia (che non mi obbliga a tagliare almeno le punte 😉 ). Che cosa e’ andato storto negli anni?

  1. La birra: mi sono versata la birra in testa e l’ho tenuta a riposo per poco piu’ di un’ora, zero segni di miglioramento. Non contenta ho riprovato l’esperimento una seconda volta esponendomi pero’ alla luce del sole per due ore: risultato a ciocche color biondo paglia e capelli decisamente crespi.
  2. succo di limone: è prevalentemente costituito da acido citrico, un decolorante naturale che sbianca, e quindi schiarisce i capelli, ma che non è propriamente inoffensivo. Mai usarlo al sole perche’ il limone potenzia gli effetti del sole e rischia di bruciarti i capelli. L’ho provato nel mio periodo londinese al chiuso della mia cameretta in una casa in condivisione con altre sette persone, risultato: punte bruciate, ho dovuto tagliare. (ps: partivo gia’ da una decolorazione, quindi probabilmente i miei capelli hanno reagito di piu’… ma comunque e’ molto sconsigliato).
  3. Henne’ biondo: ultimo rimedio provato dal punto di vista di ordine cronologico. Partiamo dal presupposto che ho fatto per un po’ l’henne neutro e mi sono trovata sempre molto bene; molto lungo il processo, ma nel tempo porta dei grossi risultati. E partiamo da un secondo presupposto, dopo aver fatto una marea di henne in scatola ho deciso di passare a quello acquistabile in polvere in erboristeria… alla richiesta, mi servirebbe l’henne per i miei capelli, neutro che vada bene per i biondi mi e’ stato dato l’henne colorante biondo. Risultato: cosplay con capelli arancione evidenziatore. Non me lo scordero’ mai, ho impiegato piu’ di un mese per togliere i residui di quel colore osceno.

Bene, dopo tutti questi flop passiamo quindi all’unico ed inimitabile TOP per potersi schiarire progressivamente i capelli in maniera “serena” senza la paura di gravi ripercussioni sui capelli: la CAMOMILLA!

Da sempre sottovalutata dai piu’, e’ una delle piante che forse mi ha dato piu’ soddisfazioni in assoluto. L’ho utilizzata per le occhiaie, per togliere il rossore della pelle, per alleviare l’acne e ancora non ha smesso di stupirmi!
Ma come utilizzare la camomilla sui capelli?
All’inizio ho provato a fare delle maschere ma tra il tempo di preparazione, il tempo di posa e la tempistica della camomilla prima di dare i risultati… beh, inutile a dirlo ho cambiato ben presto idea. Il modo migliore per poter avere un risultato nel breve tempo e’ quello di utilizzarla con un vaporizzatore (come quello dei districanti per intenderci) e spruzzarlo sul capello bagnato o umido. Senza trucco, senza inganno avrete nel breve tempo un buon risultato!

Per tutto il resto c’e’ invece Mastercard, e con questo intendo la decolorazione (con prodotti piu’ o meno naturali) fatta dalla parrucchiera.